Nuovi consigli sulle promozione dei propri libri e di se stessi

Buongiorno amici scrittori e lettori, la scorsa settimana abbiamo affrontato un tema che ha destato grande interesse e acceso un interessante dibattito: avevamo parlato di quanto sia importante, per promuovere il proprio libro, far conoscere anche se stessi… 
Nei social è fondamentale costruire dei rapporti e farsi conoscere personalmente, non solo parlare del proprio libro e poi scomparire.

Il motto della discussione è diventato: 
“Non sostituite la vostra persona con un LINK!”

Ebbene, dal confronto sono emerse diverse sfaccettature di questo argomento e abbiamo deciso di approfondirle di volta in volta, perché gli spunti di dialogo offerti da chi interagisce sono interessanti e meritano qualche riflessione in più… E lo facciamo simpaticamente, in stile Books Hunters!

Ecco una delle questioni sollevate nel nostro gruppo “Books Hunters”:
Alcuni scrittori intrattengono sui social rapporti di amicizia con i potenziali lettori, poi quando quest’ultimi acquistano il loro libro o ne fanno una recensione, l’autore non è più presente come prima o addirittura sparisce. Perché?
Spesso non ci si accorge subito di questo, perché tutto accade lentamente, ma a un certo punto ci si chiede: ma che fine ha fatto…?

Ebbene, forse è meglio che gli scrittori evitino questo “modus operandi”, perché si rischia di essere fraintesi anche se si è in buona fede… E non regge la storia di “sono molto impegnato e non ho tempo” perché in realtà fino a poco tempo prima, durante la fase di promozione del libro, il tempo si trovava eccome!
Ovviamente, è doveroso spezzare un lancia a favore di autori, e noi Books Hunters ne conosciamo tanti, che sono umanamente e costantemente presenti, e che così facendo, si sono conquistati un posto speciale nei nostri cuori.

E’ doveroso fare anche un’altra considerazione:
tutti noi leggiamo lavori di autori che non abbiamo conosciuto e neanche conosceremo mai personalmente, ma questa è un’altra storia…
Questi autori non ci hanno prima fatto la corte e poi abbandonati. Non si sono mai presentati e non hanno cercato di conquistarci… siamo noi che impariamo a conoscerli attraverso le parole che ci regalano nei loro libri ed è da lì che leggiamo la loro anima, tra le righe…

“Ci sono passioni in grado di creare grandi amicizie.
La fugacità dei rapporti, invece, genera solo vuoto.”

(Books Hunters Blog)
Please follow and like us:

Commenti Facebook

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *