Recensione “Storia di una ladra di libri” di Markus Zusak

Faccio una premessa: non mi piace fare spoiler quando scrivo di un libro. In questo caso, intendendo mantenere fede a questa mia regola, dico che è particolarmente difficile. Questo perché dirti cosa mi ha colpita di più, significherebbe svelare un elemento essenziale della storia e quindi non lo farò. Ti posso dire però che questo romanzo è da vivere, non solo da leggere. Parlerò quindi solo di emozioni…
Il filone conduttivo è di sicuro di stampo drammatico, ma non riesco a definirlo straziante: è piuttosto tagliente come un bisturi chirurgico e pungente come la più velenosa delle spine.
Liesel Meminger non ruba solo libri, ti ruba il cuore e ti ruba un pezzo di anima. Con una differenza: i libri se li tiene, il tuo cuore e il pezzetto della tua anima te li restituisce più ricchi, completi, rigenerati direi.
Ogni personaggio ti regala qualcosa. Tutti coloro che hanno avuto un ruolo nella storia di Liesel, avranno un posto riservato del tuo cuore. Tutti sapranno stupirti con gesti apparentemente banali, ma che in realtà portano con loro valigie piene di emozioni, di cui avrai bisogno per affrontare questo viaggio così intenso.
Piccoli ma grandi gesti, soprattutto se collocati al tempo della Germania nazista, dove odio e orgoglio sono stati amplificati all’ossessione e messi davanti al valore di una vita, di tante vite.
Due riflessioni:
– il New York Times ha scritto: “Il tipo di libro che ti cambia la vita”. Per me è stato così. Da quando ho terminato questa lettura, credo di aver maturato una nuova consapevolezza nei confronti della morte, addirittura benevola, quasi come se mi aspettassi che essa (o “ella” per meglio dire) abbia nella maggior parte dei casi buone intenzioni.
The Guardian ha scritto: “… un romanzo magnifico che si fa leggere tutto d’un fiato”. Così non è stato per me. Ho dovuto e voluto viverlo a piccole dosi, per farlo mio fino nel profondo. E ora che l’ho finito, non riesco a tuffarmi subito in una nuova avventura, perché ho bisogno di gustarmelo ancora e ancora, e mi sento di doverlo consigliare anche a te. A proposito, ho scelto di rivolgermi a te finora, e non è un caso. Quando anche tu lo leggerai, capirai il perché.
(la Books Hunter Barbara)


L’autore:
Markus Zusak (Sydney, 23 giugno 1975) è uno scrittore australiano, noto per il suo romanzo “La ragazza che salvava i libri” (poi divenuto “Storia di una ladra di libri”) e “The Messenger”, due romanzi destinati ai ragazzi che sono diventati bestseller internazionali. Ha vinto il premio Margaret Edwards nel 2014 per i suoi contributi alla letteratura per ragazzi pubblicati negli USA.

Please follow and like us:
Tweet 187

Rispondi