Parliamo di gruppi nei social… Polemiche e dintorni!

Buongiorno amici, oggi vorremmo parlare dei gruppi nei social.
Nelle discussioni che abbiamo affrontato nel nostro di gruppo, Books Hunters, già abbiamo parlato di come gli autori (esordienti e non) dovrebbero approcciarsi con il pubblico di potenziali lettori per poter interagire con loro. Ognuno ha espresso il suo parere, ma il pensiero comune è che bisogna aprirsi al dialogo e al confronto, farsi conoscere come persona prima ancora che come autore.
Oggi però vorremmo ribaltare la questione e parlare di come dovrebbero comportarsi gli admin (o anche detti moderatori) dei gruppi. Il nostro gruppo ha quattro admin: Jessika, Barbara, Antonella e Monia. Tutte quante cerchiamo di far rispettare le regole del gruppo invitando i membri al confronto costruttivo. Siamo tutte d’accordo sul fatto che nel gruppo si parli di tutto ciò che è “libresco” e non amiamo lo spam. Concepiamo il gruppo come un salotto letterario, nel quale si condividono idee e si cresce tutti insieme. E ci si diverte. Ma come ci comportiamo quando nel gruppo nascono le polemiche? Per noi è semplice: le accettiamo e ne discutiamo pubblicamente! 
Perché diciamo questo?
Qualche giorno fa, abbiamo incontrato un gruppo Facebook in cui, se agli utenti non stanno bene le regole imposte dai moderatori o hanno qualcosa da dire in sfavore della gestione, devono scrivere ai moderatori in privato. Ma come in privato? Siamo inorridite. La polemica deve essere gestita pubblicamente, se no, secondo noi, rischia di essere censura.


Diteci la vostra.
Intanto noi diciamo: nel nostro gruppo si può fare polemica pubblicamente, purché non si cada nell’offensivo!

(Books Hunters Blog)


Please follow and like us:

Commenti Facebook

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *