Parliamo di “Future Library”…

Un progetto veramente curioso quello a cui ha aderito in primis la biblioteca fondata dall’artista Katie Paterson ad Oslo: verranno infatti raccolte 100 opere che saranno rese note solo tra 100 anni, nel 2114.

Ogni anno uno scrittore, deciso da una speciale commissione, sarà chiamato a scrivere un’opera inedita (in una qualunque delle lingue del mondo) che sarà pensata per i giorni futuri.

Ognuno sarà libero nello scegliere la lunghezza, lo stile o il genere.

Le 100 opere saranno custodite nella biblioteca di Deichmanske.


Verranno resi noti i titoli e niente altro fino al 2114, quando tutte saranno liberate e stampate su una carta speciale, proveniente da mille alberi piantati esplicitamente per questa iniziativa nella foresta del Nordmarka, in Norvegia.

La prima scrittrice a partecipare al progetto è Margaret Atwood

Please follow and like us:

Commenti Facebook

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *