SIAE: la pulce nell’orecchio…

Parliamo delle fotocopie dei libri…

Sapete che ogni volta che si fotocopia un libro altrui, si devono corrispondere dei contributi alla S.I.A.E. (Società Italiana Autori ed Editori)? 
Si chiamano “diritti di repografia“.

A chi sono destinati questi contributi?
Una percentuale è trattenuta dalla stessa SIAE mentre il resto dovrebbe andare agli autori dei libri (o ai loro eredi).
Il condizionale è d’obbligo, perché a quanto pare, ci sono parecchi soldi che non sono stati consegnati ai legittimi destinatari, per impossibilità a reperire gli stessi…


Strano, o no?
Please follow and like us:
Tweet 187

Commenti Facebook

Rispondi