Prossime Uscite: “Nuovi delitti di lago” – L’antologia di racconti gialli di ambientazione lacustre

Cari lettori, oggi vi presentiamo l’antologia “Nuovi delitti di lago” uscita ufficialmente il 24 marzo 2016 per Morellini Editore. Venti racconti ambientati sui laghi, fra delitti e misteri.

Dal concorso letterario “Gialli sui laghi”, la nuova raccolta a cura di Ambretta Sampietro.
Titolo: Nuovi delitti di lago
Autori: A.A. V.V.
Editore: Morellini
Pagine: 336
Prezzo: € 14,90
Trama:

Antologia di racconti gialli ambientati sui laghi Maggiore, d’Orta, Mergozzo, Ceresio e Ghirla di autori che hanno partecipato al premio Gialli sui Laghi 2015 e a Giallostresa. I luoghi sono reali e le storie rigorosamente di fantasia.
I laghi sono la scena del delitto di questa avvincente antologia.
Venti voci diverse, venti modi di raccontare il lago.
Da Angera a Brissago, passando per Stresa, Santa Caterina del Sasso, Lesa, Laveno, Pallanza, Biganzolo, Luino e Maccagno un’ondata di sangue tinge di rosso le acque del Lago Maggiore. Non meno efferati sono i delitti perpetrati a Mergozzo, Pettenasco, Gozzano, Armeno, Ghirla e Porto Ceresio.

I diritti d’autore dalle vendite di questo libro saranno interamente devoluti al FAI (Fondo Ambiente Italiano).

Autori:
Erika Adale, Cristina Bellon, Emiliano Bezzon e Cristina Preti, Angela Borghi, Mercedes Bresso, Andrea Dallapina, Patrizia Fanchini Pasteris, Massimiliano Govoni, Alessandra Guzzonato, Aldo Lado, Giorgio Maimone, Alessandro Marchetti Guasparini, Antonella Mecenero, Jessica Moro, Cristina Origone, Alberto Pizzi, Sergio Roic, Massimo Tassistro, Gianluca Veltri, Elena Vesnaver.

“In questa antologia anche una Books Hunters! Un grande onore esserci.”
(Jess)

I racconti:

Trompe l’oeil di Erika Adale
Alessandro, un giovane artigiano, viene incaricato di eseguire un trompe l’oeil in una villa di Maccagno. L’anziana padrona di casa, Annalisa Piccinelli, è una donna esuberante la cui sorella gemella è morta in gioventù cadendo da cavallo. Staccando la carta da parati dalla parete destinata alla pittura, Alessandro scopre una serie di messaggi lasciati dalla ragazza poco prima della morte e comincia a sospettare che le cose non siano andate come sembra …

Prigioniero dell’Ade di Cristina Bellon
In una cella frigorifera dell’obitorio dell’Ospedale di Circolo di Varese è custodito il corpo di un uomo senza nome. A identificarlo è Alberto, il figlio legittimo. Sei mesi prima, Luigi Brunetti era stato ritrovato morto nelle acque del lago. Un suicidio o un incidente pare la soluzione più ovvia, ma non per il capitano dei Carabinieri di Varese. L’autrice fotografa i personaggi del racconto, intreccia le loro voci, i loro ricordi e i loro sogni portando il lettore sulle sponde del lago Ceresio, reso ancora più vivo dalle immagini di una storia d’amore che si apre e si conclude misteriosamente nelle sue acque.
La difesa scandinava di Emiliano Bezzon e Cristina Preti
Nel 1914 sulla superficie ghiacciata del lago di Ghirla si svolgono i primi campionati italiani di pattinaggio sul ghiaccio in velocità; li vince un giovane milanese, Giuseppe Peck, di cui, a distanza di pochi mesi dalla vittoria, non si saprà più nulla. Cinquanta anni dopo, nella splendida cornice della Valganna, sulle sponde dello stesso lago, trascorre le vacanze un colonnello dei carabinieri in pensione, con la passione per gli scacchi. Proprio durante una delle consuete partite delle sedici del pomeriggio, prenderanno vita le indagini che porteranno alla soluzione dell’enigma della scomparsa del giovane campione, mentre dalle acque del lago, durante una campagna archeologica, riaffiorerà un misterioso scheletro umano.

Danza Macabra di Angela Borghi
Nel monastero di Santa Caterina del Sasso accadano strani delitti tra i monaci. Siamo nel 1600, sarà l’affresco della Danza Macabra con il teschio che sorride ad avere ispirato l’assassino?
Connessioni pericolose di Mercedes Bresso
Un incontro in chat per Carla, insegnante che vive con il marito in una bella villa a Levo di Stresa, si trasforma in un incubo. Chi sarà mai l’affascinante e misterioso uomo con cui si intrattiene online per colmare il vuoto dell’indifferenza del marito che ha una storia d’amore con la segretaria?
All’incrocio delle parallele di Andrea Dallapina
A Biganzolo, frazione di Verbania in cui è sepolto il matematico Bernhard Riemann sulla cui tomba spesso la cantante Patti Smith porta dei fiori, un omicidio rivela il retroscena di un intrigo internazionale.
Cycas di Patrizia Fanchini Pasteris
L’anziano ex ufficiale tedesco Manfred vuole trascorrere una vacanza sul Lago Maggiore, dove è stato durante la Seconda Guerra Mondiale. L’incanto dei luoghi lo fa innamorare di una vecchia villa padronale a Lesa, che decide di acquistare. Il suo amore per l’arte e per il Bello lo portano alla ristrutturazione dell’abitazione e del parco. Non sa ancora che proprio fra le camelie e le cycas si annidano antichi rancori mai sopiti
I soldi della famiglia Lazise di Massimiliano Govoni
Quando il cadavere dell’imprenditore Giacomo Lazise riemerge dalle acque del lago Maggiore a Stresa, tutti pensano a un suicidio; tutti a eccezione del maresciallo Elisabetta Roi della Guardia di Finanza. Lazise era il principale indiziato in un’indagine per reati fiscali, Elisabetta è convinta che il suicidio sia solo una messa in scena. Osteggiata dai colleghi, ottiene dal pubblico ministero un po’ di tempo per dimostrare le sue intuizioni; attraverso abili interrogatori e sottili manipolazioni dei sentimenti degli indiziati giunge infine alla verità, spingendosi fino a Luino.
Il vaso di Pandora di Alessandro Marchetti Guasparini
Un omicidio durante la sontuosa festa di compleanno per gli ottant’anni di un noto avvocato al Grand Hotel des Iles Borromées di Stresa porta alla luce intrighi e mali dell’alta società del Verbano. Enrico Malastrada scoprirà quanto è pericoloso aver aperto quel vaso di Pandora…

L’innocenza negli occhi di Alessandra Guzzonato
Jacopo, psichiatra forense e consulente della Questura di Verbania, indaga su un delitto avvenuto in un circolo nautico di Stresa. Tutti gli indizi incolpano Placido, il giardiniere, un uomo semplice dagli occhi buoni che si esprime in modo molto personale. Non convinto della sua colpevolezza si confronta con la ex moglie Elise, di cui è ancora innamorato, che con il suo intuito risolverà il caso.

Il gigante e la bambina di Aldo Lado
Alla Bruschera, la splendida oasi protetta che circonda Angera, viene uccisa una bambina. Gli abitanti braccano il Gigante, un omone con la mente da bambino che vive nel bosco ed è in possesso di una bambola. Infieriscono su di lui con spietata violenza, ma è proprio lui il colpevole?

Delitto alla Bemberg di Giorgio Maimone
Anno 1968, dal lago affiora il corpo di una donna. La Bemberg di Gozzano, allora in piena attività, con i rumori dei macchinari è il luogo perfetto per uccidere coprire le urla delle vittime.

Il dio a tre teste di Antonella Mecenero
Nella quiete agostana di Armeno, tra il lago d’Orta e il Mottarone, un improvvido lavoro di scavo porta alla luce tre scheletri abbracciati che sembrano rimandare a un antico affresco. La chiesa del paese conserva, un raro esemplare di trinità tricefala, una rappresentazione della trinità come un uomo a tre teste, considerata eretica dal Concilio di Trento. Si occupa dell’indagine l’antropologa Alisea Sogni coadiuvata da padre Marco, sacerdote con un passato da storico. Due visioni del mondo opposte e complementari per svelare il mistero dei tre scheletri su cui sembra vegliare il misterioso dio a tre teste.

Lo sguardo di Jake di Jessica Moro
È una tranquilla mattinata a Cerro, un piccolo borgo in provincia di Varese. Giulia torna dalla sua corsa mattutina. Qualcosa, o meglio, qualcuno attira la sua attenzione. Una figura osserva il lago, immobile. Mentre si avvicina, capisce che c’è qualcosa che non torna in quella situazione. Così si accorge che a pelo d’acqua c’è un cadavere e che quel cane nero lo sta fissando. Jake e Giulia, uniti dallo sguardo, percorreranno fra passato, presente e futuro, la tragedia e il dolore fino alla volontà di ritornare a guardare il lago con meraviglia e stupore.

In fuga di Cristina Origone
Caterina, il viso sfigurato dal marito, è fuggita da molti anni da un paese del sud Italia dove ha lasciato una figlia ancora bambina. Dopo aver cambiato molti posti è arrivata a Mergozzo dove pensa di poter vivere tranquilla. Non ha fatto i conti con i numerosi turisti che in estate visitano i laghi.

Le valigie del sindaco di Alberto Pizzi
Perché il maresciallo Calarco viene svegliato all’improvviso nel cuore della notte dal sindaco di Stresa? Ha a che fare forse con l’omicidio di un giovane trovato morto nel pomeriggio dietro un chiosco del lungo lago di Stresa? E se fossero le due valigie lasciate davanti alla porta di casa del sindaco a collegare tra di loro questi due fatti? Ci penserà il maresciallo Calarco con i suoi modi pacati a dare una risposta a questi quesiti e a mettere ogni tassello al suo posto.

La vita della morte Sergio Roic
Di notte, a Brissago, su una terrazza padre e figlio guardano le luci di Dirinella. Il padre medico originario dell’isola di Hvar in Croazia, racconta al figlio gli orrori della guerra e il suo passato di partigiano nella ex Yugoslavia. Una storia autobiografica del tutto simile a quelle raccontate dai partigiani italiani.

Vendetta di Massimo Tassistro
L’omicidio a Stresa di un’infermiera del reparto oncologico dell’ospedale Castelli di Verbania è un caso molto delicato per l’ispettore Colombo. Nemmeno un anno prima, infatti, sua moglie frequentava il reparto per combattere quella che viene definita la “peste del XXI secolo”. Il legame con il personale infermieristico era diventato forte e Colombo si butta anima e corpo nelle indagini per scoprire l’assassino e grazie alla sua abilità e a un pizzico di fortuna riuscirà nell’impresa.

Non doveva andare così di Gianluca Veltri
Sulla terrazza dello Skybar di Stresa un assassino sorseggia un mojito pensando di avere appena compiuto il delitto perfetto. Ma non è andata così.

Diverse acque di Elena Vesnaver
Malvina non riesce a capire come si possa vivere sull’acqua ferma di un lago, forse perché è abituata al movimento continuo del mare, alle sue tempeste, alle onde che portano via tutto il marciume. E di marciume ce n’è tanto a Luino, sul lago Maggiore, in quel tardo autunno del 1910, dove le acque in una mattina di pioggia, restituiscono il corpo di una donna uccisa. Malvina, cameriera con la voglia di scappare, si ritroverà coinvolta in una storia malata e oscura, come la nebbia.
Please follow and like us:
Tweet 187

Commenti Facebook

Rispondi