#ioleggoperché edizione 2016: la prima sfida

Buongiorno Lettori, finalmente torna #ioleggoperché 
Un libro come passione da condividere
Un nuovo link per connettersi al mondo
Una grande mobilitazione nazionale
Un obiettivo da raggiungere insieme

Noi l’anno scorso siamo stati Messaggeri di questa importante iniziativa e con grande onore replichiamo anche quest’anno.
Molte sfide ci attendono ma noi siamo #ProntiAtutto.
La nuova edizione ripartirà il 5 maggio 2016 e continuerà fino al prossimo ottobre.

Intanto, per prepararci alla maratona di eventi, libri e condivisioni, raccogliamo il primo invito di quest’anno:
postare sui social la passione per la lettura raccontando il libro che si è più amato durante l’adolescenza e quello che è stato così importante da entrare nel cuore senza più uscirne

In attesa di darvi tutte le info di questa nuova edizione, che verranno svelate alla conferenza stampa che si terrà a Roma il 5 maggio 2016, inziamo il nostro cammino… buona sfida a tutti!

Di libri nella mia adolescenza ce ne sono stati tanti, ma se devo sceglierne uno è senza dubbio questo, sia per il fatto che mi è venuto in mente subito, a pelle e senza pensarci, sia perchè è ancora questo anche dopo averci riflettuto su:

Il perché è riassunto in due concetti:
1) Nonostante il periodo in cui credevo alle favole fosse passato, avrei tanto voluto avere un Aurin.
2) Per l’essenza stessa della storia che, impresso sul libro, mi ha chiamato dallo scaffale “magico” di una libreria:

Questa è l’edizione che ho consumato leggendo e leggendo e che ha un posto d’onore sulla mia libreria:

Una volta sognato, un sogno non può finire nel nulla. Ma se la persona che lo ha sognato non se lo ricorda, dove va a finire? Qui da noi a Fantasia. Lì sotto sono depositati tutti i sogni dimenticati. Tutta Fantasia posa su di essi.
Michael Ende

(La Books Hunter Barbara)

Please follow and like us:
Tweet 187

Commenti Facebook

Rispondi