“Veleno nelle gole”: il libro di Simona Barba e Gisella Orsini ispirato alle vicende della megadiscarica della Montedison in Abruzzo

Lettori, oggi vi segnaliamo il libro di Simona Barba e Gisella Orsini, “Veleno nelle gole” ispirato alle vicende della megadiscarica della Montedison di Bussi sul Tirino in Abruzzo, attraverso il quale hanno cercato di ricostruire il perverso meccanismo creatosi tra comunità e Polo industriale che ha permesso che tutto venisse dimenticato e sotterrato per almeno 40 anni.
Titolo: Veleno nelle gole
Autore: Simona Barbara, Gisella Orsini
Editore: RCE (Riccardo Condò Editore)
Genere: Narrativa
Uscita: 6 agosto 2016
Pagine: 114
Prezzo (cartaceo): € 13,00
ISBN: 9788897028345
 
Prefazione:
Mettetevi comodi e preparatevi a leggere un film. Nelle pagine che seguono troverete una storia, una storia di fantasia, scritta in uno stile asciutto, fotografico. Un piano sequenza che trascina il lettore in una narrazione dai toni cinematografici. Nomi, posti, vicende, tutto inventato. Niente corrisponderà ad un fatto reale, ma tutto sarà terribilmente vero. Veri sono i crimini ambientali, veri gli omicidi industriali dovuti all’esposizione a sostanze tossiche e nocive, vere le contaminazioni di acque e suoli, vero l’ostracismo subito da chi ha denunciato. Ognuno potrà riconoscere situazioni vissute, posti conosciuti, molti purtroppo rivivranno il dolore di persone vicine. Veleno nelle gole è un romanzo di denuncia e resta un romanzo, ma racconta la storia e il presente dell’Italia, dove le scorie tossiche dell’ignoranza e del profitto hanno corroso le coscienze. Simona Barba e Gisella Orsini devono essere ringraziate: hanno avuto il coraggio civile di scrivere e sottoscrivere quello che in tanti pensano, alcuni addirittura dicono, ma sempre nelle comode e stantie stanze dell’anonimato. Esiste la forma ed esiste la vita. Questa è la vita. (Riccardo Condò)
 
Simona Barba, nata a Pescara nel 1967, ha compiuto studi classici e successivamente ha conseguito la Laurea in Architettura presso l’Università degli Studi di Firenze.
Gisella Orsini, nata a Ginevra (Svizzera) nel 1971, ha conseguito la Laurea in Filosofia presso l’Università Gabriele D’Annunzio di Chieti.
 
In comune oltre la passione per la scrittura, le tecniche di sceneggiatura e la capacità di rendere il lettore responsabile della verità. Un complesso meccanismo di complicità diretta e indiretta che si trasforma in una colpa da abreare. L’Abruzzo in mano alle discariche abusive, alla crisi economica che diventa ogni giorno quel meccanismo, che aiuta a seppellire le responsabilità e a condannare la vita di molte generazioni. Istituzioni e privati, in un complesso di familismo amorale. Sullo sfondo la speranza di una nuova cultura ambientale, di una reale forma di coscienza sociale, di etica e filosofia morale. La cronaca quotidiana diventa reale forma del romanzo che prende vita nella lotta di un uomo contro un sistema che fagocita tutto, in nome di uno sviluppo regressivo. Le domande continue di molte associazioni, comitati, blogger, siti di informazione e i continui sequestri di nuove discariche abusive, trasformano l’Abruzzo in una regione verde alto tasso di mafia ambientale. La responsabilità si leggerà nelle pagine di Barba & Orsini sarà silenziata dalla nostra complicità. L’omertà che può essere sconfitta solo dall’esempio continuo e costante. Leggere “Veleno nelle Gole” è un pugno nello stomaco, un atto di fede, cenere e fenice. La consapevolezza come presa di coscienza. La rinascita come scuola letteraria e di vita.
Please follow and like us:
Tweet 187

Commenti Facebook

Rispondi