Books Hunters OnAir: questa sera, a Leggiamoci di Torno, con leCacciaLibri

Martedì per noi significa: LEGGIAMOCI DI TORNO!
Avete bisogno di ispirazione per le vostre prossime letture?
Questa sera su NeverWas Radio, con LaRoss e IlGab, parleremo di:
Assassinio sull’Orient Express (la nostra Librialcinema QUI):
L’Orient-Express, il famoso treno che congiunge Parigi con Istanbul, è costretto ad una sosta forzata, bloccato dalla neve. A bordo qualcuno ne approfitta per compiere un efferato delitto, ma, sfortunatamente per l’assassino, tra i passeggeri c’è anche il famoso investigatore belga Hercule Poirot, al quale verranno affidate le indagini. Poirot, in effetti, risolverà il caso, non prima, però, di essersi imbattuto in una sensazionale sorpresa.
C’è chi dice di volerti bene (la nostra CacciaLibri QUI):
E scesa la sera su un giovedì di ottobre qualunque. In un seminterrato di Firenze si sente il rumore dei passi di otto paia di gambe femminili. Non sono lì per caso. Sono le “Innamorate Anonime”. Dipendenti da una spunta blu di Whatsapp, da un like di Facebook, da quella maledetta suoneria di un cellulare sempre muto. Ognuna di loro soffre per un amore sbagliato, mancato, rimpianto, mai vissuto. Ognuna di loro ha bisogno di guarire dal mal d’amore. Chi non ha mai desiderato qualcuno che avesse tutte le risposte giuste alle domande su una relazione amorosa? Che sapesse leggere tra le righe di una battuta ammiccante, come farsi desiderare, rispondere a tono a un messaggio ambiguo. Che sapesse quando è giusto crederci. E quando invece è meglio scappare a gambe levate senza voltarsi indietro. Caterina, Sveva, Giulia, Bianca e le altre quel qualcuno l’hanno trovato. E la massima esperta nel settore. Una laurea in psicologia, un master negli Stati Uniti, una sfilza di conferenze tutte sold out. La loro dottoressa è una love coach e per lei l’amore (ma anche un SMS) non ha segreti. Per questo ha istituito i giovedì di terapia di gruppo per le sue Innamorate anonime: per salvarle, per riportare la razionalità nei loro cuori infranti, per insegnare loro lo spirito di autoconservazione. Detto anche semplice buon senso. Ma è davvero possibile imparare l’amore dalle teorie? Le otto donne (più una) hanno un’intera notte davanti per scoprirlo. E per scoprire la verità su sé stesse e anche sulla dottoressa…

Il Piano B (la nostra Caccialibri QUI):
Molti autori pensano che il lavoro sfiancante finisca dopo aver creato una trama avvincente, superato in modo rocambolesco il blocco dello scrittore, scritto la storia dando fondo a tutte le capacità tecniche e stilistiche conosciute: un vero e proprio percorso di sopravvivenza. Purtroppo all’elenco manca un ultimo elemento, quello che metterà alla prova la più tenace delle ispirazioni: far conoscere al mondo il proprio lavoro. Nessuno, neanche i tuoi genitori, acquisterà il tuo libro se non saprà che esiste e dove comprarlo. Questo discorso non vale solo per gli esordienti, ma anche per gli autori più noti. 
Qual è il tuo spazio sulla scena editoriale?
Siamo invasi da libri pubblicati in self, da case editrici più o meno grandi, più o meno serie, più o meno a pagamento. In altre parole: la scena editoriale è satura. Questo significa che tutti hanno la stessa difficoltà a ottenere una buona visibilità o a migliorarla: editori grandi o piccoli, autori conosciuti o in erba, di qualità o fetecchie.
I mezzi a disposizione sono numerosi: dal passaparola alle presentazioni, dagli articoli sui giornali alle recensioni. Non tutti hanno però la stessa efficacia né lo stesso costo; ecco perché chi ha maggiori disponibilità finanziarie avrà maggiore capacità di investimento. Inoltre, non tutti i veicoli promozionali hanno la stessa efficacia. E i blog ne hanno molta!
Penserete sia impossibile, ma vi assicuriamo che non lo è: molti autori non sanno ancora cos’è un blog e a cosa servono i Lit-blog.
«Come funziona e a cosa serve?» Ce lo hanno chiesto più volte e noi abbiamo cercato di dare una risposta con la piccola guida che ora avete fra le mani. Abbiamo raccolto i blog più famosi o contattati personalmente, abbiamo riportato le notizie e le informazioni presenti sugli stessi in modo da rendervi agevole la lettura e la consultazione. Nell’elenco ci sono i contatti e i riferimenti dei profili Social collegati agli stessi per aiutarvi a cercare i Blog da contattare, studiare, capire se recensiscono o segnalano un determinato genere, se partecipano a Blogtour o Giveaway, se hanno chiuso le richieste di recensioni o se offrono altri servizi: un lavoro che richiede tempo e pazienza e un ambiente in cui spesso gli autori non sanno come muoversi. Noi vi abbiamo facilitato l’opera e siamo certe che apprezzerete il nostro lavoro.

L’arminuta (la nostra recensione QUI):
Ci sono romanzi che toccano corde cosí profonde, originarie, che sembrano chiamarci per nome. È quello che accade con L’Arminuta fin dalla prima pagina, quando la protagonista, con una valigia in mano e una sacca di scarpe nell’altra, suona a una porta sconosciuta. Ad aprirle, sua sorella Adriana, gli occhi stropicciati, le trecce sfatte: non si sono mai viste prima. Inizia cosí questa storia dirompente e ammaliatrice: con una ragazzina che da un giorno all’altro perde tutto – una casa confortevole, le amiche piú care, l’affetto incondizionato dei genitori. O meglio, di quelli che credeva i suoi genitori. Per «l’Arminuta» (la ritornata), come la chiamano i compagni, comincia una nuova e diversissima vita. La casa è piccola, buia, ci sono fratelli dappertutto e poco cibo sul tavolo. Ma c’è Adriana, che condivide il letto con lei. E c’è Vincenzo, che la guarda come fosse già una donna. E in quello sguardo irrequieto, smaliziato, lei può forse perdersi per cominciare a ritrovarsi. L’accettazione di un doppio abbandono è possibile solo tornando alla fonte a se stessi. Donatella Di Pietrantonio conosce le parole per dirlo, e affronta il tema della maternità, della responsabilità e della cura, da una prospettiva originale e con una rara intensità espressiva. Le basta dare ascolto alla sua terra, a quell’Abruzzo poco conosciuto, ruvido e aspro, che improvvisamente si accende col riflesso del mare.

Per le nostre chiacchiere libresche, vi aspettiamo su NeverWas Radio, in diretta dalle 21.00 alle 22.30!
Please follow and like us:
Tweet 187

Commenti Facebook

Rispondi