Avete letto “Il paziente inglese” di Michael Ondaatje? Siete tra coloro che lo hanno definito il miglior libro degli ultimi 50 anni?

Non ne parliamo solo perché ha vinto il Golden Booker, ma perché è un libro che non può mancare tra le nostre letture: nel 1992 Michael Ondaatje vinse il Man Booker Prize, a parimerito con Barry Unsworth, autore Sacred Hunger

Oggi, Il paziente inglese, è stato riconosciuto da esperti e lettori come il miglior libro degli ultimi 50 anni.

“Il paziente inglese”, Michael Ondaatje – Golden Booker
Sul finire del secondo conflitto mondiale, tre uomini e una donna si rifugiano in una villa semidevastata sulle colline di Firenze. In una stanza del piano superiore giace, gravemente ustionato in un incidente d’aereo, premurosamente accudito dall’infermiera Hana, il misterioso “paziente inglese”. Dai suoi racconti allucinati dalla morfina riemergono l’amore travolgente per Katharine e le avventurose peregrinazioni nel deserto. Intorno alla sua convalescenza s’intrecciano le vicende degli altri abitanti della villa: Hanam Caravaggio, un ladro che lavora per i servizi segreti, e Kip, un sikh, abile artificiere. La memoria, i miti e le leggende personali dei quattro protagonisti, lacerati e turbati dall’esperienza della guerra, ripercorrono la storia di un’intera epoca.
Michael Ondaatje – Biografia
Michael Ondaatje è nato a Colombo, a Ceylon (oggi Sri Lanka) nel 1943, da una famiglia di origini olandesi. Dopo gli studi in Inghilterra, si è trasferito in Canada. Vive a Toronto e insegna alla New York University.
Tra le sue opere: Nella pelle del leone (1990), Il paziente inglese (1992), Buddy Bolden’s Blues (1995), dedicato a un trombettista jazz della New Orleans d’inizio secolo, Aria di famiglia (1997), la storia dei suoi genitori e della loro vita nella magica Ceylon coloniale, Lo spettro di Anil (2000), L’ora prima dell’alba (2012).
Ma Ondaatje è anche autore di diverse raccolte poetiche, in particolare The Dainty Monsters (1967), The Man with Seven Toes (1969), Rat Jelly (1973), There’s a Trick with a Knife I’m Learning to Do (1979) e The Cinnamon Peeler (1989); la più recente, Manoscritto, è stata pubblicata da Garzanti nel 1999.

Please follow and like us:
Tweet 187

Commenti Facebook

Rispondi