Recensione “Chiedi al cielo” di Carmela Scotti

Il dolore è una faccenda molto personale. Eppure vive in una dimensione universale, in cui tutti ci riconosciamo. 
 
Carmela Scotti, dopo il suo primo libro L’imperfetta, conferma con questo nuovo romanzo il suo talento nel saper raccontare i sentimenti in modo così profondo, viscerale. Lei sa che un sentimento non è mai solo, ma è sempre circondato da altre emozioni, perché gli esseri umani sono creature complesse, meccanismi progettati nella loro perfezione che a un certo punto si inceppano per le mille difficoltà della vita. Eppure anche quando niente sembra più funzionare, emerge quella parte di noi che neanche sapevamo di avere, che devono averci dato a corredo per quando la vita ci prende a calci in faccia, quella parte di noi che ci riporta a galla e ci impedisce di annegare nell’oceano della disperazione. 
 
Con questa sua scrittura che sa essere severa quanto dolce, densa di materia al punto che sembra di poterla toccare, Carmela Scotti racconta la storia di due anime, quelle di Anna e di Giona, che si incontrano nella dimensione del silenzio e della sofferenza, dove tutto è buio e soffocante, dove si respira solo assenza, mancanza. Ma in quella profonda oscurità loro sono pur sempre punti di luce, anche se la vita ha provato a spegnerli. Anna e Giona sono menomati, entrambi hanno perso qualcuno di troppo importante, sono mutilati nell’anima, eppure non si arrendono, vanno avanti, si rifugiano l’uno nell’altra per sentirsi di nuovo vivi, per provare a sentirsi ancora parte di questo mondo che sembra andare avanti indifferente al loro dolore. Provano a capire, a capirsi, ascoltano e si ascoltano. Anna sospetta qualcosa di così spaventoso da non riuscire neanche a riordinare i pensieri per indirizzarli da quella parte, lo sente nello strato fatto dell’istinto di una madre, lo sente sotto la pelle, lo sente con tutti i sensi in allerta, lei che da anni vive nel silenzio portato da una malattia lontana nel tempo. Giona, su un binario parallelo, quello stesso sospetto lo indaga, gli dà credito, sa che c’è una verità che aspetta solo di essere svelata e gridata al mondo, sa che a tutto quel dolore è indispensabile rendere giustizia. Sono quei cerchi impossibili da chiudere, ma una volta trovata la giusta posizione, ci si può vivere dentro, accettando di appartenere a qualcosa di imperfetto ma vivibile. E chissà che da quell’apertura non entri la luce che riscalda il cuore. 
 
C’è tutto in questo libro, anche qualcosa a cui non saremmo mai preparati, ci sono argomenti che spaventavo, attuali e terribili, ci sono le paure del nostro tempo, ci sono parole che fanno venire la nausea solo a sentirle, perché evocano in noi immagini troppo dure per poterle accettare. Carmela Scotti non fa sconti in questa storia, le cose brutte succedono, il dolore lacera, la coscienza grida. La speranza si fa strada nell’anima, le albe e i tramonti colorano Palermo di luce e fiducia, l’amore prova a riempiere i vuoti, un nuovo alito di vita prende il suo posto nel mondo. Carmela Scotti ha messo tutto in questo libro, al lettore l’onere di saperlo accogliere come merita.
(La Books Hunter Barbara)
“Chiedi al cielo” di Carmela Scotti – Garzanti
Chiedi al cielo è la storia di una madre che decide di attraversare il buio della solitudine per rialzarsi. E capire che nessuna oscurità è così grande da non poter essere rischiarata da un amore sincero, come la stella più brillante nel cielo della notte.
Anna ha scelto di vivere in punta di piedi. Di cercare un porto sicuro nel silenzio. Un silenzio che le ha promesso di tenere lontani i rumori del mondo. Assordanti e confusi. Ora questa promessa è stata infranta: suo figlio Luca non c’è più, sparito nel nulla proprio sotto casa. E Anna, all’improvviso, ha scoperto che il dolore è il rumore più forte di tutti, capace di sconvolgere una vita intera in una manciata di istanti. Adesso, solo di una cosa ha bisogno: sapere ciò che è veramente successo quella mattina del 27 dicembre. Giorno dopo giorno, con il coraggio che solo una madre può dimostrare, suona i campanelli di tutti i vicini nella speranza che qualcuno si ricordi anche un piccolo dettaglio per arrivare alla verità. Ma c’è una porta a cui continua a bussare con insistenza: è quella del solitario Giona. Anna è convinta sappia qualcosa della scomparsa di Luca e stia facendo di tutto per nasconderlo. Eppure, nonostante i suoi sospetti, quando comincia a frequentarlo, a condividere con lui ricordi e preoccupazioni, si stupisce di trovare conforto tra le sue braccia. E di sentirsi capita come mai prima. A poco a poco, il loro rapporto si trasforma in un legame profondo e inatteso tra due solitudini messe alla prova dalla vita. Una fonte di speranza per Giona, che riesce a leggere nel cuore di Anna senza bisogno di parole; e per Anna, che con i suoi modi gentili e delicati riporta calore e affetto nella quotidianità di Giona. Ma ben presto entrambi si troveranno a fare i conti con un passato impossibile da dimenticare e si chiederanno se sono pronti ad affrontare insieme una fitta rete di menzogne e uscirne conservando il loro amore immutato. Dopo lo straordinario successo di L’imperfetta, che le è valso un posto come finalista del prestigioso premio Calvino e ha messo d’accordo la stampa e i critici più intransigenti, Carmela Scotti torna con la sua penna sottile e decisa. Chiedi al cielo è la storia di una madre che decide di attraversare il buio della solitudine per rialzarsi. E capire che nessuna oscurità è così grande da non poter essere rischiarata da un amore sincero, come la stella più brillante nel cielo della notte.

Titolo: Chiedi al cielo
Autore: Carmela Scotti
Editore: Garzanti
Pagine: 318
Uscita: 15 marzo 2018
Prezzo di copertina: € 17,90 – ebook € 9,99

ISBN: 9788811676485

Carmela Scotti – Biografia

 

Carmela Scotti è diplomata in pittura e fotografia all’Accademia di Belle Arti di Palermo. Ha vissuto a Palermo, a Roma e a Milano, facendo i mestieri più diversi. Oggi vive in Brianza e collabora con i settimanali “Cronaca Vera” e “Tu Style”. L’imperfetta (2016), il suo romanzo d’esordio, è stato finalista al prestigioso premio Calvino. Nel 2018 ha pubblicato il suo secondo romanzo, Chiedi al cielo. Entrambi i libri sono pubblicati da Garzanti.

 

Please follow and like us:
Tweet 187

Commenti Facebook

Rispondi