Recensione “Friend request. Richiesta di amicizia” di Laura Marshall

 

È vicino, il nemico. 
Ci respira addosso. 
Quello che ricreiamo nella nostra mente, a distanza di anni da un evento catastrofico, non è altro che la combinazione dei fatti reali e di come NOI li abbiamo percepiti. Si aggiunge a tutto ciò, una buona dose di percezione altrui, di pettegolezzi, di intermezzi. 
Ma se ci fermassimo a pensare bene a quel fatto, smetteremmo per un nano secondo di esserne certi, eppure, continueremmo a sostenere la nostra causa. 
Non mancano poi quelle cose, quelle oggettive, che sono sempre state in vista, ma che non abbiamo mai preso in considerazione, quelle che sono state riposte in un angolo della memoria e sono pronte a scioccarci per sempre. 
Tutto inizia da una richiesta di amicizia su Facebook. Non certo una richiesta qualunque. Facebook è un luogo tutt’altro che accogliente e spesso ce ne dimentichiamo. Louise è colei che riceve questa singolare richiesta; a fargliela è una sua ex compagna del liceo, Maria Weston. Ma Maria Weston è morta ventisette anni prima. Il problema è che Louise ne è coinvolta in prima persona, lei insieme ad altri loro compagni. In concomitanza con la richiesta, scoprirà che sul social è stata creata la pagina evento per la rimpatriata della classe 1989. Inizierà per lei un vero e proprio calvario. 
La narrazione si alterna fra il 1989 e il 2016. I fatti sono raccontanti in prima persona da Louise a cui a gocce si alterna un’altra narrazione, una sorta di diario. Perché questo thriller ha avuto così tanto successo? 
In effetti la trama è molto articolata. Alcuni l’hanno definita scontata, ma a mio avviso non è così. Intanto c’è da dire che un po’ tutti siamo toccati dallo spettro delle richieste di amicizia sbagliate, nei social siamo continuamente trollati, spiati e chissà cos’altro. Quindi secondo me, partire da questo evento è stata un’ottima idea. 
Durante la lettura si intrecciano moltissimi fatti, alcuni soggettivi, scaturiti dalla memoria di Louise e dai personaggi con cui lei stessa interagisce; i compagni di classe ormai divenuti adulti, fra cui l’ex marito Sam, con le loro apparenze e sentenze, con le loro convinzioni riguardanti gli anni del liceo e in particolare della notte in cui morì Maria. Altri fatti invece sono oggettivi, tangibili: la morte stessa di Maria e il suo ritorno, non solo con la richiesta di amicizia, ma anche con messaggi di minacce. Tutti quegli anni passati a seppellire, anche con la complicità di Sam, sembrano essere stati vani per Louise. E proprio ora che è sola, tutto torna a galla. La sera della rimpatriata peggiorerà le cose, sconvolgendo ulteriormente la sua vita e quella delle altre persone coinvolte, mettendo in reale pericolo anche la vita di Henry, suo figlio. 
 
Laura Marshall ha scritto bene un thriller contemporaneo, scorrevole, convincente, che abbraccia tutti i temi portanti di questi nostri anni. Maria morì, sì, ma da dove partì la sua sofferenza? Veniva bullizzata, derisa. I social, purtroppo, come ben sappiamo, sono un ottimo amplificatore quando si tratta di mettere in scena delle tirannie. Naturalmente ai tempi in cui si svolgono i fatti nella scuola della protagonista, i social non c’erano. Eppure anni dopo, eccoli tornare utili per rivangare, spaventare, punire. Un chiaro messaggio: bisogna fare attenzione. La trama è costruita bene, in modo che solo un lettore attento possa captare segnali utili a farlo sospettare del vero colpevole.
Questo libro racconta il bisogno di far sentire il proprio dolore, quello seppellito per anni sotto strati di lacrime. Da una parte il dolore di chi ha perso per sempre, dall’altra quello di chi non sa dimenticare, non può farlo, semplicemente perché certe cose più tenti di scordarle, più si rafforzano. È sempre la solita storia, oggettiva, del passato che torna sempre, perché le cose, soprattutto le peggiori, prima o poi vanno affrontate e le colpe restituite. 

(la Books Hunter Jessica)

Titolo: Friend request – Richiesta di amicizia
Autrice: Laura Marshall
Editore: Piemme / Pagine: 348
Cartaceo: € 18,90 / E-book € 9,99

Uscita: 17 luglio 2018

 

Nessuno è al sicuro quando ha troppi segreti, perché il passato ha la brutta abitudine di tornare sempre a prenderci. E, per Louise, tornare al passato significa anche risolvere i nodi che ingarbugliano ormai da troppi anni il suo cuore.
 
Con il suo primo romanzo, Friend Request – Richiesta di amicizia, è diventata in breve tempo una delle più affermate autrici inglesi. Oltre al grande successo in UK, il romanzo è in corso di pubblicazione in altri diciotto Paesi, ed è stato finalista al Bath Novel Award e al Lucy Cavendish Fiction Prize, prestigiosi premi riservati agli esordienti. Laura Marshall è nata nella contea di Wiltshire, e attualmente vive in Sussex con la famiglia e il marito.

Please follow and like us:
Tweet 187

Commenti Facebook

Rispondi