Bambini e ragazzi: “Sono una selvaggia” il libro illustrato di Irene Biemmi e Ilaria Urbinati


La semplicità degli abbracci e l’allegria di Anna, la protagonista di questo libro illustrato, promettono di conquistarvi. E poi Anna legge “selvaggiamente” e questo non può che piacerci.
Questo, come molti altri libri per bambini e ragazzi, possono insegnare molto anche a noi grandi. “Sono una selvaggia” è edito da Erickson.

Sono una selvaggia – Irene Biemmi e Ilaria Urbinati
Titolo: Sono una selvaggia
Autrici: Irene Biemmi e Ilaria Urbinati
Editore: Erickson
Genere: Bambini e ragazzi (3-6 anni)
Cartaceo: € 13,50
Pagine: 32
Uscita: 11 ottobre 2018

Anna salta, corre, balla, pedala e abbraccia a più non posso. Qualcuno dirà: ma è proprio una selvaggia! Invece Anna è solo una bambina libera di essere ciò che vuole essere.

Anna si veste selvaggiamente, legge selvaggiamente e, la sera, intrattiene i suoi genitori con i racconti selvaggi delle mille avventure della giornata ma, una volta a letto, fa sogni da favola vestita da principessa. 

Quando una bambina mostra grande vitalità, energia ed esuberanza viene spesso rimproverata utilizzando il termine “maschiaccio”. In tal modo l’adulto le sta comunicando contemporaneamente due messaggi: il primo è che esistono due categorie, due binari separati su cui viaggiano i maschi e le femmine; il secondo messaggio è che il mondo degli adulti non apprezza le bambine che infrangono queste categorie e si dirigono sul binario opposto. La stessa cosa vale ovviamente anche per i maschi: il termine “femminuccia” è un potentissimo deterrente a compiere azioni non conformi al repertorio di genere maschile.

Applicare categorie stereotipate porta però a limitare lo sviluppo di talenti e passioni individuali, restringendo l’esperienza dei bambini entro gli stretti binari di genere, e precludendo loro la libertà di addentrarsi in una strada che è invece tutta da scoprire e diversa per ciascuno di essi.
Anna è una bambina che ha la possibilità di esplorare il mondo, muoversi, giocare, senza vincoli legati alla propria appartenenza di genere.
Anna ha i capelli color rosso ciliegia, uno spirito selvaggio ed è “solo” una bambina: ma forse ha qualcosa da insegnare a maschi e femmine di tutte le età.

Irene Biemmi:
Ricercatrice pedagogica e formatrice ed esperta di pedagogia di genere e delle pari opportunità, ha già pubblicato volumi di narrativa e albi illustrati. Lavora presso il Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell’Università di Firenze.

Ilaria Urbinati:
Illustratrice nei campi dell’editoria scolastica e narrativa, nella pubblicità e nel cinema di animazione, è insegnante di illustrazione e disegno per la narrativa editoriale.

Please follow and like us:
Tweet 187

Commenti Facebook

Rispondi