Un talento svelato già al suo primo romanzo: Rhiannon Navin incanta con “Il mio nome e il suo”, Ponte alle Grazie

 
Come ogni giorno quel martedì andammo tutti a scuola. Ma non tutti tornarono.

 

È la voce di un giovanissimo narratore, Zach Taylor, un bimbo di sei anni che nascosto in un armadio assiste all’orrore di una furia omicida. Paura e terrore sono i sentimenti che serpeggiano in un’intera comunità, ferita e spaventata. Ma i bambini, si sa, hanno una marcia in più, sono esseri speciali e possono compiere miracoli.

 

Per Ponte alle Grazie è in libreria Il mio nome e il suo di Rhiannon Navin.
“Il mio nome e il suo” di Rhiannon Navin – Ponte alle grazie
Titolo: Il mio nome e il suo
Autore: Rhiannon Navin
Editore: Ponte alle Grazie
Pagine: 360
Prezzo di copertina: € 18,00 – ebook 9,99
Uscita: 4 ottobre 2018
ISBN: 9788868337728
Lo zio Chip è andato di sicuro in cielo, questo lo so perché era sempre gentile con tutti, ma Andy? La nonna aveva detto che le anime delle persone cattive vanno da un’altra parte e io non sapevo dove, ma se Andy è andato in quel posto, invece che in cielo, allora adesso è con tutte le persone cattive, come l’uomo con il fucile, e secondo me avrà tantissima paura. Ho chiuso gli occhi e ho cercato di trovare un’immagine di Andy nel mio cervello. Sono riuscito a vedere la sua faccia per poco tempo, ma era difficile tenerla ferma. 
«Sei andato in cielo oppure dove sei andato?» ha chiesto il mio cervello alla faccia di Andy. La faccia di Andy è scomparsa. 
«Comunque, spero che ci sei andato» 
Rinchiuso in un armadio con i compagni di classe e la maestra, il bambino di prima elementare Zach Taylor sente i colpi di fucile che risuonano nelle sale della sua scuola. Un uomo armato è entrato nell’edificio, ha portato via diciannove vite e ha creato una voragine nel tessuto di questa comunità compatta. Con l’ottimismo e la testardaggine che solo un bambino potrebbe avere, Zach parte per il suo personale viaggio verso la guarigione e il perdono, deciso ad aiutare gli adulti a riscoprire l’amore e la compassione necessari a superare le ore più buie.
«Un narratore di sei anni dà voce a una tragedia e alle sue conseguenze in uno straordinario romanzo d’esordio.»
Publishers Weekly
«Redenzione, guarigione e speranza sono le parole chiave di questo romanzo.»
Time Magazine
«Il trionfo dell’innocenza sulla violenza.»
Vanity Fair
Rhiannon Navin – Biografia
Rhiannon Navin è cresciuta a Brema, in Germania, in una famiglia di donne pazze per i libri. La sua carriera nella pubblicità l’ha portata a New York, dove ha lavorato per diverse grandi agenzie prima di diventare scrittrice e mamma a tempo pieno. Il mio nome e il suo (Ponte alle Grazie, 2018) è il suo primo romanzo.

 

Please follow and like us:
Tweet 187

Commenti Facebook

Rispondi