La vita inizia quando trovi il libro giusto: per chi crede che leggere possa cambiare la vita!

 

Leggere cambia la vita? Secondo noi sì, leggere fa sognare, fa riflettere, insegna, ci costringe a fare i conti con noi stessi, con gli altri. Leggere ci rende liberi.

Per rispondere a questa domanda, Ali Berg e Michelle Kalus hanno scritto “La vita inizia quando trovi il libro giusto”, ispirato all’iniziativa di bookcrossing «Books on the Rail» da loro stesse creata. Per leggerlo, dovremo aspettare il prossimo 10 gennaio.

Un caso editoriale che ha conquistato tutto il mondo.

A pochi giorni dall’uscita ha scalato le classifiche internazionali grazie a un passaparola inarrestabile. Perché questa è una storia che parla a chi ama i libri, a chi crede che leggere possa cambiare la vita. A chi non rinuncia mai all’idea di innamorarsi ancora, tra le pagine di un romanzo come nella vita reale.

La vita inizia quando trovi il libro giusto - Ali Berg e Michelle Kalus - Garzanti
La vita inizia quando trovi il libro giusto – Ali Berg e Michelle Kalus – Garzanti

Una storia per chi crede che leggere possa cambiare la vita.

«Sono salita a bordo del treno delle 17.42 armata di un buon libro. L’ho sfogliato fino alla settima pagina dal fondo e ho scritto: Hai ottimi gusti in fatto di libri. Ti va di conoscermi? Il mio piano? Usare le parole straordinarie di alcuni dei miei romanzi preferiti per colmare il vuoto che ho messo tra me e le altre persone, e scommettere sulla vita e sull’amore.»

Titolo: La vita inizia quando trovi il libro giusto
Autore: Ali Berg e Michelle Kalus
Editore: Garzanti
Pagine: 280
Prezzo di copertina: € 17,90
Uscita: 10 gennaio 2019
ISBN: 9788811604525

Frankie ha sempre cercato le risposte nei libri. Al perché la sua carriera non sia decollata, al perché sia così difficile andare d’accordo con sua madre o, a ventotto anni, non abbia ancora vissuto la sua grande storia d’amore.

Leggere le pagine di Jane Austen, Francis Scott Fitzgerald e John Steinbeck l’ha sempre aiutata. Ma, al di fuori delle amicizie letterarie, Frankie si sente spesso sola. La sua vita, ora, sta per cambiare. Il suo piano non può fallire. I libri non possono tradirla. Per giorni ha lasciato una copia dei suoi romanzi preferiti sui mezzi pubblici che prende per andare al lavoro, scrivendo all’interno il suo indirizzo e-mail. Perché per una grande lettrice come lei non c’è modo migliore di fare nuove conoscenze, o addirittura di trovare l’anima gemella, se non grazie a un libro. Ne è sicura.

Quando le risposte cominciano ad arrivare, Frankie colleziona appuntamenti su appuntamenti. E, purtroppo, delusione su delusione. Perché, di fronte a lei, si presentano le persone più strambe che abbia mai conosciuto e nessuna sembra quella giusta. Tra di loro non c’è l’ombra né di un amico né tantomeno di un fidanzato. Fino a quando non incontra Sunny, un uomo che sembra uscito da uno dei suoi romanzi preferiti. Ma ha un difetto terribile: gusti letterari opposti ai suoi. Una cosa su cui Frankie non può proprio passare sopra.

L’uomo giusto deve leggere i libri giusti. Frankie si trova a un bivio. Per vivere una favola d’amore deve accettare Sunny con i suoi pregi e i suoi difetti. Accettare che l’uomo accanto a lei possa amare autori che lei non ha mai letto. Perché una nuova vita inizia quando trovi l’amore. Ma anche quando trovi una storia da leggere, che apre orizzonti inaspettati e fa scoprire nuovi protagonisti da incontrare.

Ali Berg e Michelle Kalus, La vita inizia quando trovi il libro giusto.
Ali Berg e Michelle Kalus, La vita inizia quando trovi il libro giusto.

Ali Berg ha lavorato come pubblicitaria e gestisce un’agenzia di marketing.
Michelle Kalus lavora come insegnante in una scuola primaria e come volontaria con bambini provenienti dalle comunità indigene australiane.
Le due amiche hanno creato l’iniziativa «Books on the Rail», il bookcrossing che ha ispirato il loro romanzo d’esordio.

Se la vita inizia con il libro giusto, la tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola.

Please follow and like us:
Tweet 187

Commenti Facebook

Rispondi