27 gennaio, Giornata della Memoria. Letture consigliate per non dimenticare.

Il 27 gennaio 2019, ricorre la Giornata della Memoria.

27 gennaio 2019
Giornata della Memoria 2019

Giornata della Memoria: il 27 gennaio 1945, furono abbattuti dalle truppe dell’Armata Rossa i cancelli di Auschwitz. Furono così liberati i superstiti del campo di concentramento.

Per la Giornata della Memoria, come sempre, vi segnaliamo alcuni libri da leggere. Storie forti, commoventi, per non dimenticare.

Giornata della memoria
Le assaggiatrici – Rosella Postorino

La prima volta che entra nella stanza in cui consumerà i prossimi pasti, Rosa Sauer è affamata. Con lei ci sono altre nove donne di Gross-Partsch, un villaggio vicino alla Tana del Lupo, il quartier generale di Hitler nascosto nella foresta. È l’autunno del ’43.

Quando le SS ordinano: “Mangiate”, davanti al piatto traboccante è la fame ad avere la meglio; subito dopo, però, prevale la paura: le assaggiatrici devono restare un’ora sotto osservazione, affinché le guardie si accertino che il cibo da servire al Führer non sia avvelenato.

Nell’ambiente chiuso della mensa forzata, fra le giovani donne s’intrecciano alleanze, amicizie e rivalità sotterranee. Per le altre Rosa è la straniera: le è difficile ottenere benevolenza, eppure si sorprende a cercarla. Specialmente con Elfriede, la ragazza che si mostra più ostile, la più carismatica. Poi, nella primavera del ’44, in caserma arriva il tenente Ziegler e instaura un clima di terrore. Mentre su tutti – come una sorta di divinità che non compare mai – incombe il Führer, fra Ziegler e Rosa si crea un legame inaudito. La nostra recensione QUI.

Giornata della memoria
Noi, bambine ad Auschwitz – Andra e Tatiana Bucci

La sera del 28 marzo 1944 i violenti colpi alla porta di casa fanno riemergere negli adulti della famiglia Perlow antichi incubi. La pace trovata a Fiume, dopo un lungo peregrinare per l’Europa cominciato agli inizi del Novecento in fuga dai pogrom antiebraici, finisce bruscamente: nonna, figli e nipoti vengono arrestati e, dopo una breve sosta nella Risiera di San Sabba a Trieste, deportati ad Auschwitz-Birkenau, dove molti di loro saranno uccisi.

Sopravvissute alle selezioni forse perché scambiate per gemelle o forse perché figlie di un padre cattolico, o semplicemente per un gioco del destino, le due sorelle Tatiana e Andra vengono internate, insieme al cugino Sergio, in un Kinderblock, il blocco dei bambini destinati alle più atroci sperimentazioni mediche.

Giornata della memoria
Stella – Takis Würger

Fritz è un giovane svizzero che si è trasferito in Germania per studiare all’Accademia di belle arti. Kristin è una bella ragazza che si muove a suo agio tra le luci e le ombre della Berlino degli anni Quaranta.

Kristin non ha paura dei nazisti ma sa che non saranno i suoi occhi azzurri a salvarla: è di origine ebraica e i suoi genitori sono già stati catturati. Poi un giorno la donna sparisce e quando torna da Fritz porta sul bel volto i segni della tortura.

Così il giovane svizzero deve aprire gli occhi sulla realtà e accettare che Kristin non esiste, la donna di cui si è innamorato si chiama Stella, e per salvare i suoi genitori dal lager tè disposta a pagare un prezzo altissimo: denunciare altri ebrei nascosti in città.

Giornata della memoria
La lettera perduta – Jillian Cantor

Austria, 1938. Kristoff, giovane orfano viennese, diventa apprendista presso Frederick Faber, mastro incisore specializzato nella realizzazione di francobolli. Quando il suo mentore, ebreo, scompare durante le devastazioni della terribile Notte dei Cristalli, Kristoff è costretto a mandare avanti la bottega al servizio dei nazisti.

Ma la figlia di Faber, Elena, scampata alla cattura e collaboratrice della Resistenza, lo convince a unirsi alla causa, falsificando documenti e inviando messaggi in codice. Per lei, di cui è perdutamente innamorato, Kristoff farebbe qualunque cosa, a costo della sua stessa vita.

Angeles, 1989. Da bambina, Katie amava accompagnare al mercato delle pulci suo padre, che era sempre alla ricerca di francobolli rari. Ora che l’Alzheimer gli sta togliendo passioni e ricordi, Katie spera di fargli un regalo gradito facendo stimare tutta la sua collezione. L’esperto di filatelia cui si rivolge, Benjamin Grossman, vi scopre una lettera la cui affrancatura, sembra nascondere un messaggio segreto.

Con l’aiuto di Benjamin, Katie decide di svelarne il mistero. Non sa ancora che la ricerca li condurrà a ritroso nel tempo, alla scoperta di una giovane coppia che si era giurata amore eterno, e poi nel presente esaltante di una Berlino che sta cambiando il mondo con la caduta del Muro. Non sa ancora che spetterà a lei, ora, rendere giustizia a quell’amore e a quella promessa.

“Quelli che non ricordano il passato sono condannati a ripeterlo.”

La frase si trova incisa in trenta lingue su un monumento nel campo di concentramento di Dachau.
Please follow and like us:
Tweet 20

Commenti Facebook

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *