Recensione “Caterina” di Vincenzo Zonno

Watson Edizioni pubblica “Caterina”, che parla di quelle ombre che ci appartengono. Quelle che ognuno di noi reca in sé. Un cono d’ombra capace di distruggere tutto il resto.

In questo thriller psicologico edito da Watson Edizioni, si parla di quelle ombre calate a forza su ognuno di noi, dentro. Il lato oscuro, quello complicato che ci accompagna nelle relazioni. Nella vita.

L’autore, non solo ha voluto descriverci gli scherzi della mente sedotta dalle ombre, ma ha voluto farlo aiutandosi con la metafora del circo. Recitare una parte, è ciò che meglio ci riesce anche nella vita reale.

Caterina, Cat, è una ragazzina sola. Appartiene al circo del suo patrigno. Continua a farne parte perché altrimenti non avrebbe altro posto in cui andare, sebbene gli altri componenti della compagnia non la amino particolarmente. Sogna un futuro migliore, vorrebbe diventare una brava funambola, invece la sua vita continua ad essere quella che decide lui; imbellettarsi e recitare qualcosa che non sarà mai.

Tutto cambierà quando la compagnia si fermerà in una foresta apparentemente isolata. Lì, la vita di Cat, si riverserà in mezzo al fango. In mezzo a quella natura che nasconde in sé qualcosa che le fa paura, fino a quella villa e i suoi abitanti. Allo scempio, al sangue che scorre.

Sebbene la scrittura di Vincenzo Zonno riesca a calcare bene nell’oscuro, devo convenire che a volte la narrazione mi è parsa troppo ricca di descrizioni a mio avviso sostituibili con il vero punto focale.

Intere pagine di descrizione di questo o quel personaggio, spesso mi hanno allontanata dal percorso mentale di Cat, dal personaggio principale, quello che in realtà, in questa storia, al contrario del Bulgaro, reggeva tutti i fili. Indubbia la capacità dell’autore di usare le parole, ma a volte credo abbia esagerato nell’uso di esse ai fini descrittivi di ambientazioni o personaggi.

Solo verso la fine l’autore ha fatto esplodere questa storia, rendendola macabra. Aggiungendole finalmente un tocco di paura. Prima c’erano solo tante piccole illusioni. Un finale che mi fa pensare a dove tutta questa storia voglia andare a parare. Un po’ me lo chiedo ancora.

Forse vuole dirci che tutto torna, anche quello che pensavamo di aver seppellito sotto metri di fango e ricordi spezzati.

(la Books Hunter Jessica)

Caterina
Caterina – Vincenzo Zonno

Titolo: Caterina
Autore: Vincenzo Zonno
Editore: Watson Edizioni
Genere: Thriller
Cartaceo: € 14,00 / Ebook: € 3,49
Pagine: 147
Uscita: 19 maggio 2018

Caterina di Vincenzo Zonno
La nostra foto IG dedicata a Caterina di Vincenzo Zonno

Cat è un’adolescente che, dopo aver perso prematuramente la madre, vive e lavora nel piccolo circo itinerante gestito dal patrigno. Sogna di diventare una funambola, ma la realtà è dura e avara di soddisfazioni. L’uomo che dirige la compagnia e che dovrebbe farle da padre è severo e autoritario, così come il resto degli artisti che provano invidia o indifferenza.

Quando il circo si stabilisce in una foresta isolata dal più vicino centro urbano iniziano ad accadere eventi misteriosi. La natura che li circonda sembra nascondere segreti al limite dell’illusione, in un continuo vortice onirico, sempre a metà tra il sogno spettrale e la realtà, tra l’allucinazione e la macabra certezza di essere osservati. Qualcosa di oscuro si muove tra le ombre del tempo.

Vincenzo Zonno, Watson Edizioni
Vincenzo Zonno

Potrebbe interessarti anche “Io non ti lascio solo” di Gianluca Antoni.

Please follow and like us:

Commenti Facebook

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *