Cyberbullismo: il racconto della serata del 13 maggio 2019, organizzata da Books Hunters Blog

Cyberbullismo: la serata del 13 maggio 2019

Uno dei grandi temi di questi ultimi anni, in funzione del fatto che internet e tutto ciò che ci gira dentro, ha ormai preso posto fisso nelle nostre vite, è il cyberbullismo. Un argomento tanto complesso, quanto pericoloso.

Noi di Books Hunters Blog, abbiamo fortemente desiderato organizzare una serata dedicata a questo e, grazie alla collaborazione dei Comuni di Sangiano, Leggiuno, Caravate e Monvalle, ci siamo riuscite. L’invito era rivolto a genitori e docenti, perché è da loro che deve partire il dialogo con i nostri bambini e ragazzi.

Avanti tutta - Navigare nel grande mare di Internet senza restare impigliati nella Rete!

Inizia tutto da questo librino: “Avanti tutta – Navigare nel grande mare di Internet senza restare impigliati nella Rete!”, donato da ogni Comune agli alunni delle scuole primarie. Proprio partendo da esso, le maestre hanno creato dei lavori con i bambini, presentati al pubblico a inizio serata.

Cyberbullismo, Biavaschi

Nostra ospite Paola Biavaschi, docente di Diritto presso l’Università dell’Insubria di Varese, che ha successivamente preso parola e catturato l’attenzione di tutti i presenti, raccontando i retro scena del mondo di internet. Non solo, ha saputo snocciolare abitudini ben consolidate dei nostri ragazzi, che solo apparentemente sembrano innocue, oltre che consigli importanti, utili a evitare i pericoli nascosti dietro i loro comportamenti.

“… un atto aggressivo e intenzionale, condotta da un individuo o un gruppo di individui, usando varie forme di contatto elettronico, ripetute nel corso del tempo contro una vittima che ha difficoltà a difendersi.”

Peter Smith et al., 2008

Il bullismo colpisce, oggi, circa il 16% della popolazione, quindi “Non è uno scherzo”. La legge contro il cyberbullismo è entrata in vigore nel 2017. A tal proposito potete anche leggere il nostro articolo QUI.

Il cyberbullismo non occupa un luogo e un tempo definito: si riverbera ovunque e ti perseguita ovunque, fin dentro la tua casa, ovunque vi siano mezzi tecnologici!

Le pene sono molto severe e si può arrivare anche a cinque anni di reclusione.

Cyberbullismo 2

La chiusura del cerchio, come in molti l’hanno poi definita, è stata data dalla dirigente scolastica Francesca Vanoli, che ha parlato di educazione: perché ogni cosa parte sempre da lì. I genitori sono sempre responsabili per quel che fanno i loro figli, fino alla maggiore età, il momento in cui – anche per la legge italiana- diventano capaci di intendere e volere.

Ogni persona con cui abbiamo parlato alla fine dell’incontro è rimasta entusiasta, perché serve parlare, confrontarsi e ascoltare. Tutti pensano di sapere tutto, invece non si sa mai abbastanza.

Sul sito www.generazioniconnesse.it è possibile accedere a tutto il materiale necessario. Una vera e propria guida contro tutti quei fenomeni che riguardano l’argomento.

Vi consigliamo anche il libro “Missione cyber bulli” di Cosetta Zanotti e “La guerra dei like” di Alessia Cruciani.

Ringraziamo le amministrazioni comunali, le docenti, la dirigente scolastica, la Dott.ssa Paola Biavaschi e tutti quelli che hanno contribuito alla riuscita di questa serata. Concludiamo così:

Nessuno può farti sentire inferiore senza il tuo consenso.

Eleanor Roosevelt
Please follow and like us:

Commenti Facebook

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *