“LetterAltura” e “La biblioteca dei libri viventi”

Al via il 26 settembre la 13esima edizione di LetterAltura, a Verbania. Aprirà invece il 5 ottobre la kermesse La biblioteca dei libri viventi: c’è tempo ancora fino a oggi per iscriversi come libri-persone partecipanti.

LettarAltura si svolgerà dal 26 al 29 settembre a Verbania, sul Lago Maggiore. Festival di letteratura di montagna, viaggio, avventura. Incontri con gli autori, musica, teatro, cinema, fotografie, letture e giochi per adulti e bambini.

letteraltura 2019 - manifesto
LetterAltura 2019 – Verbania

Librarsi in aria, volare lontano è il tema portante di questa nuova edizione, che inizierà con un concerto del NefEsh Trio sulla terrazza del teatro Il Maggiore.

Con un programma dedicato all’aria e al volo, si susseguiranno incontri e laboratori. Tra gli ospiti: Marco Malvaldi, Neri Marcorè, l’astronauta Umberto Guidoni, Giuseppe Festa, Mario Ferraguti, Davide Rondoni, Andrea Mafferi, Mieko Namiki, Adrian Fartade.
Il programma completo a questo link.

Per quanto riguarda invece In prima persona, evento noto col nome La biblioteca dei libri viventi, c’è tempo fino a oggi per iscriversi e partecipare come libri. Sì, avete capito bene, persone come libri!
Sarà quindi possibile darsi un titolo, raccontarsi proprio come in un libro. Sarà il pubblico che sabato 5 ottobre, nella bellissima Piazza Libertà di Udine, sceglierà il libro-persona che più lo incuiosirà, per ascoltare la sua storia. E ovviamente, siccome un libro tira l’altro, la stessa persona potrà essere richiesta “in prestito” più volte nell’arco della giornata.

In prima persona 2019 - la biblioteca dei libri viventi
In prima persona – La biblioteca dei libri viventi – Udine

Dopo il successo della prima edizione, gli organizzatori puntanto a una replica ancora più coinvolgente:

Siamo un gruppo di persone che vuole rimettere al centro l’umanità come valore fondamentale della nostra esistenza. Viviamo un tempo difficile in cui la paura giustifica l’odio, l’intolleranza e il razzismo. La paura nasce dalla non-conoscenza e per conoscere bisogna fermarsi ad ascoltare. Per questo abbiamo voluto creare un evento che facesse incontrare le persone. Esseri umani che incontrano altri esseri umani, in una relazione di ascolto e di conoscenza

Maggiori informazioni a link dell’evento Facebook.

Leggi anche il nostro articolo Premio Strega 2019: focus su “Giovani” e “Europeo”

Please follow and like us:
Tweet 187

Commenti Facebook

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *