Elizabeth Macneal è in libreria con La fabbrica delle bambole

Elizabeth Macneal è in libreria con il suo affascinante romanzo d’esordio: La fabbrica delle bambole.

Tradotto in trenta paesi, il romanzo di Elizabeth Macneal, ci conduce in una storia ambientata nell’800.

Elizabeth Macneal - La fabbrica delle bambole

Titolo: La fabbrica delle bambole
Autrice: Elizabeth Macneal
Editore: Einaudi
Genere: Narrativa
Cartaceo: € 21,00 / Ebook: € 9,99
Pagine: 400
Uscita: 8 ottobre 2019

Giorno dopo giorno Iris Whittle siede nell’umido emporio di bambole di Mrs Salter e, china sui visi di porcellana in lavorazione, dipinge schiere di boccucce e occhietti tutti uguali.

Ma la notte esce di soppiatto dal letto, scende in cantina, tira fuori colori e pennelli e riversa sulla carta la sua passione per la pittura.

La tecnica è primitiva, certo, la famiglia e la società contrarie, e perfino la sua gemella Rose, un tempo sua complice ma ora esacerbata da un male che l’ha deturpata per sempre, le è ostile. E c’è quel leggero difetto della spalla a consigliarle di cercarsi un buon marito e accontentarsi di quel che ha.

Ma lo spirito di Iris è indomito, la sua vocazione prepotente e, quanto alla presenza femminile nell’arte pittorica, non esiste forse il precedente di Lizzie Siddal, pittrice oltre che modella di John Everett Millais e Dante Gabriel Rossetti, esponenti di quella cosiddetta Confraternita dei Preraffaelliti che fa tanto parlare di sé?

Quando Louis Frost, un altro membro della stessa cerchia, le chiede di posare per lui, Iris, in spregio a ogni convenzione del decoro vittoriano, accetta, ma solo in cambio di lezioni private di pittura.

Per lei si aprono nuovi orizzonti: la libertà per sé e quelli che ama, da sua sorella Rose al generoso monello di strada Albie, l’arte, l’amore, molti incontri importanti, alcuni insospettati.

Passeggiando in quella tumultuosa fucina di novità che è il cantiere per la Grande Esposizione di Hyde Park, la sua figura singolare cattura lo sguardo di un passante fra i molti. È Silas Reed, tassidermista di poco conto e grande ambizione, con un morboso attaccamento per le cose morte e una curiosa predilezione per ciò che è imperfetto.

Elizabeth Macneal - autrice

Elizabeth Macneal è nata a Edimburgo e vive a Londra. È scrittrice e ceramista. Ha studiato Letteratura inglese alla Oxford University e si è specializzata alla University of East Anglia. La fabbrica delle bambole ha vinto il Caledonia Novel Award 2018, è stato inserito nella top ten del «Sunday Times».

Potrebbe interessarti anche “Cercami”: il nuovo libro di André Aciman.

Please follow and like us:

Commenti Facebook

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *