La legge sul libro compie un altro passo verso l’approvazione finale

Approvata alla Commissione Cultura del Senato la legge sul libro.

Un altro passo verso l’approvazione finale della legge sul libro è stato compiuto, con il sì della Commissione Cultura del Senato. Ultimo step sarà il passaggio in aula di Palazzo Madama.

La legge è molto articolata, ma la questione più dibattuta e più conosciuta dall’opinione pubblica, è la riduzione di un terzo degli sconti sui libri, che passerebbe dall’attuale 15% al nuovo 5%.

Il decreto prevede che la riduzione del tetto massimo di sconto sul prezzo di copertina, riguarderà le librerie, gli editori e i negozi online, quindi anche colossi come Amazon e IBS. Saranno esclusi dal provvedimento i testi acquistati per le biblioteche e i testi scolastici.

Legge sul libro Ddl Lettura

Unico strumento di sconto a disposizione delle case editrici sarà un 20% da applicare solo per un breve periodo di tempo, in accordo con il Ministero dei Beni Culturali. Saranno esclusi i testi pubblicati nei sei mesi precedenti a tale periodo. Parallelamente, le librerie potranno applicare il 15% di sconto sui volumi a scaffale.

Come ogni provvedimento che si rispetti, c’è chi è a favore e chi contrario.

L’Associazione Italiana Editori, come era prevedibile, non è a favorevole a questo Ddl Lettura, e paventa un drastico impatto negativo del settore editoriale, che andrà a colpire gli utenti finali.

Di diverso parere l’Associazione Italiana Librai, che vede nel provvedimento un’opportunità per tornare a essere competitivi, avendo a disposizione nuovi strumenti per non subire la concorrenza spietata dei grandi colossi delle vendite editoriali.

Ma il popolo dei lettori cosa ne pensa? Noi seguiremo la vicenda, vedremo se e come cambieranno le abitudini dei lettori.

Please follow and like us:
Tweet 20

Commenti Facebook

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *