Parchi letterari in Lombardia

Parchi letterari: #iorestoacasa ma intanto “viaggio”. In questo primo appuntamento, parliamo dei parchi letterari lombardi.

Non possiamo uscire di casa, per il nostro bene e per quello altrui. Ma possiamo, perché no, organizzare futuri itinerari alla scoperta delle meraviglie letterarie del nostro bel Paese, e del resto del mondo. In questo nostro primo articolo, dedicato ai parchi letterari, viaggeremo (virtualmente) in Lombardia.

Regina Margherita e Reggia di Monza

Reggia di Monza: villa reale, giardini, parco.
Margherita: “La prima regina d’Italia, nella vita privata, nella vita del paese, nelle lettere e nelle arti”.

La giovane regina era un’apparizione di bellezza e gentilezza che esercitava un profondo fascino. Nel clima di rinnovamento culturale di una Roma non più papalina, fece in modo che al Quirinale, di giovedì, nei saloni creati per le udienze ecclesiastiche, si realizzassero riunioni artistico-letterarie a cui parteciparono gli esponenti più in vista della cultura romana e italiana: D’Annunzio, Fogazzaro, Pascoli e Carducci.

Margherita amava la cultura e si dilettò nella musica. Si circondò di poeti, intellettuali e artisti che trovarono in lei una fonte di ispirazione e un modello di grazia ed eleganza. Il circolo culturale di Margherita di Savoia era aperto alle menti illuminate senza riguardo al ceto. Per questo motivo fu molto apprezzata dai poeti e questa tendenza culturale, che oggi si potrebbe definire di sinistra, alimentò sicuramente l’immaginario collettivo e fece di lei uno dei personaggi più amati dopo l’unità d’Italia insieme a Garibaldi.
E così, dopo tanti anni, Monza dà vita, attraverso una miriade di incontri culturali, al salotto letterario così tanto amato dalla regina Margherita di Savoia, amica della poesia e delle arti.


Alessandro Manzoni e il Parco Adda Nord

Alessandro Manzoni e il Parco Adda Nord
Sarà possibile visitare i luoghi abduani de I Promessi sposi:
Lecco
Pescarenico, piccolo centro a sud del ponte di Lecco, all’epoca della vicenda del romanzo era un minuscolo villaggio di pescatori
Ponte Azzone Visconti, conosciuto anche come Ponte Vecchio, è un ponte costruito tra il 1336 e il 1338 sul fiume Adda, voluto da Azzone Visconti per migliorare i collegamenti tra Lecco e il Ducato di Milano.
Adda

Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti, tutto a seni e a golfi, a seconda dello sporgere e del rientrare di quelli, vien, quasi a un tratto, a ristringersi, e a prender corso e figura di fiume, tra un promontorio a destra, e un’ampia costiera dall’altra parte; e il ponte, che ivi congiunge le due rive, par che renda ancor più sensibile all’occhio questa trasformazione, e segni il punto in cui il lago cessa, e l’Adda rincomincia, per ripigliar poi nome di lago dove le rive, allontanandosi di nuovo, lascian l’acqua distendersi e rallentarsi in nuovi golfi e in nuovi seni.

Il castello dell’Innominato: data l’identificazione tra il personaggio manzoniano e la figura storica di Francesco Bernardino Visconti, si pensa che il suo castello fosse quello i cui resti sorgono ancora nella cittadina di Vercurago, sulla strada che un tempo collegava Bergamo a Lecco (rimangono in piedi un torrione e parte della cinta muraria).
Trezzo sull’Adda, Cassano d’Adda e Canonica d’Adda


Virgilio e il Mincio

Virgilio: pascoli, campagne e condottieri a Pietole, Borgo Virgilio (Mantova)
Da Andes a Pietole: i luoghi virgiliani.
Museo Virgiliano
Forte di Pietole
Forte di Borgoforte
Corte virgiliana di Pietole

Riserva Naturale Vallazza nel Parco del Mincio (Il Mincio di Virgilio identifica un percorso di interpretazione storico ed ambientale. Le architetture funzionano come centri di interpretazione proponendo, come attrattore culturale principale, la figura del poeta latino Virgilio, i cui natali furono proprio ad Andes (ora Pietole di Virgilio). Le architetture divengono il segno che lega idealmente le viste dei luoghi cari al poeta Virgilio al paesaggio fluviale contemporaneo.)


Per questo nostro primo appuntamento alla scoperta dei parchi letterari è tutto.
Aspettateci con nuovi suggerimenti nel prossimo articolo e intanto vistitate la pagina Facebook dei Parchi letterari.


Please follow and like us:
Tweet 187

Commenti Facebook

Rispondi