“Tutto il bene che si può” è il romanzo d’esordio di Rye Curtis

Rye Curtis esordisce nel mondo della letteratura con “Tutto il bene che si può”, suo primo romanzo.

Rye Curtis conquista la critica con una storia drammatica e umoristica, ricca di sfumature, svolte e sorprese, parlando della sorprendente capacità di adattamento di persone normali in circostanze straordinarie.

Cloris e Debra ricordano al lettore che sopravvivere non basta: per restare umani ci vogliono compassione e dignità.

“Attraverso un’atmosfera stramba, violenta e surreale, questo romanzo ci ricorda che per restare umani non basta sopravvivere, ci vogliono compassione e dignità. In tempi come questi è utile ricordarselo.”

Andrea Frateff-Gianni, Il Messaggero
Rye Curtis Tutto il bene che si può

Titolo: Tutto il bene che si può
Autore: Rye Curtis
Editore: Bompiani
Genere: Romanzo
Cartaceo: € 18,00
Pagine: 320
Uscita: 5 gennaio 2021

Cloris Waldrip ha settantadue anni, è devota alla sua chiesa e ama profondamente suo marito, il Signor Waldrip. I due sono in volo per una vacanza lontano dal loro Texas quando un guasto fa precipitare il piccolo aereo da turismo su cui viaggiano, e Cloris è l’unica sopravvissuta: circondata dalla natura ostile dei Monti Bitterroot e armata solo di ingenuità e di un feroce desiderio di sopravvivere, inizia il lento cammino verso casa.

Poco dopo l’incidente cominciano le ricerche dei superstiti: a guidarle è la ranger Debra Lewis, reduce da un divorzio doloroso e con una grande passione per il Merlot scadente che porta nel thermos al posto del caffè.

Mentre Cloris vaga per valli e montagne, vegliata e aiutata dal più improbabile e segreto angelo custode, la ranger Lewis si lancia nella missione di salvataggio come ne andasse della sua vita e segue le tracce dell’anziana donna – perché le tracce ci sono – insieme a un variegato gruppo di collaboratori: un altro ranger che passa le notti a dare la caccia a un fantasma, un cineoperatore dal cuore spezzato e un volontario dei soccorsi dalle bizzarre abitudini.

I giorni diventano settimane; Cloris è sempre più debole, affamata, torturata dal freddo, Debra sempre più ostinata, anche quando rimane l’unica a credere che qualcuno sia sopravvissuto al disastro. E nel folto della foresta sembra che abbia trovato rifugio un serial killer. Qualcosa deve succedere.

Rye Curtis

Rye Curtis è nato ad Amarillo, Texas. Laureato alla Columbia University, vive nel Queens.


Please follow and like us:
Tweet 187

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *